Feeds:
Posts
Comments

Archive for the ‘Science’ Category

Advertisements

Read Full Post »

Planetario di Torino - Infini.to - Museo dell’Astronomia di Pino TorineseFinalmente sulle colline torinesi, e più precisamente a Pino Torinese in Via dell’Osservatorio 20, apre al pubblico INFINI.TO ovvero il Museo dell’Astronomia e dello Spazio, detto anche Planetario di Torino.
Il Planetario di Torino nasce come strumento didattico e di divulgazione dell’astronomia e della fisica dello spazio mediante l’uso di proiezioni, giochi, simulazioni, esperimenti interattivi e installazioni capaci di affascinare bambini, giovani e adulti in un viaggio della scienza e della scoperta che abbraccia niente di meno che l’intero nostro universo.
Curato in modo esemplare dall’Associazione Apriti Cielo, il Museo ha tra le sue attrazioni un modernissimo planetario (tecnologicamente all’avanguardia in Europa), capace di mostrare suggestive animazioni in tempo reale ed emozionanti filmati immersivi di viaggi spazio-temporali narrati dalle voci esperte di noti personaggi del panorama dell’astrofisica italiana.

Nel planetario ho potuto assistere con mia figlia al documentario: “Meraviglie dell’Universo” narrato i modo splendido e suggestivo da Margherita Hack.
Insomma, altro che favole! I bambini sdraiati sulle poltrone guardano con occhi sgranati e carichi di meraviglia nebulose e supernove, comete e pianeti, stelle e galassie spiegati dalla voce calda e roca di una saggia “nonna” scienziata.
Della nostra visita al planetario nei primi di ottobre 2007, ricordo con un pizzico di commozione quando, finito il filmato, mia figlia di 6 anni mi disse sorridente: “Papà, è la cosa più bella che abbia mai visto. Dobbiamo tornarci di nuovo!”
Insomma, sebbene il Museo sia ancora in fase sperimentale e in via di installazione (e per questo motivo nel mese di ottobre l’ingresso è gratuito), consiglio a tutti di mettere in agenda una visita quanto prima. Sarebbe davvero un peccato perdersi questa autentica meraviglia della divulgazione scientifica.

Per coloro che abitano lontani da Torino, visitate il Planetario e la nostra bella città, ricordandovi inoltre che esistono altri musei importanti e altrettanto belli da vedere come il Museo di Antichità Egizie, i Musei e le Attrazioni della Reggia di Venaria Reale e il dinamico Museo Regionale di Scienze Naturali, entrambi nel centro storico della città e a pochi passi l’uno dall’altro.
Buon divertimento tra le stelle!

Per informazioni e prenotazioni:
http://www.planetarioditorino.it/

Read Full Post »

La Notte dei Ricercatori - Aprite la mente alla conoscenza!

 

Ve la metto epica come nel trailer di un film: 

In una buia epoca di nuovo oscurantismo, di restaurazione di primitive superstizioni e magie, di puerili paure filosofiche, di tenebra intellettuale e di perdita della ragione e del senso della realtà una piccola ma brillante luce torna a risplendere in Europa.

Mille ricercatori e scienziati scendono nelle piazze delle città del vecchio continente per far giocare la curiosità innata delle donne, degli uomini e dei loro bambini con la luce della ragione e del cammino per la conoscenza.

La sfida di questi lucenti eroi è ardua perchè in gioco c’è il futuro dell’umanità e del meraviglioso pianeta azzurro.

Torino non manca, e qui come in molte altre città  europe, si accende la luce della festa della scienza e della ricerca.Il Piemonte ha colto anche quest’anno l’invito della Commissione Europea ad ospitare la Notte dei Ricercatori e il 28 settembre Torino, Alessandria, Biella e Vercelli saranno sede di una nottata di festa e d’incontro con il mondo affascinante della ricerca in un immaginario percorso alla scoperta di esperimenti, prototipi, giochi.La Notte dei Ricercatori è nata dalla collaborazione tra alcuni enti attivi sul fronte della ricerca e dell’innovazione, dell’istruzione, della divulgazione scientifica e del sostegno alle imprese, che insieme desiderano ricordare ai cittadini che se la qualità di vita migliora il merito è anche dei risultati della ricerca, che applicati al nostro quotidiano permettono di progredire.L’appuntamento del 28 settembre sarà un’occasione unica per scoprire in diretta, e sotto la guida dei ricercatori, alcuni dei principali fenomeni scientifici, per avvicinarsi in modo semplice ai più recenti campi d’applicazione della ricerca, per giocare e riportare alla luce un’antica passione della nostra regione per le scienze.

La Notte dei Ricercatori vi aspetta il 28 settembre 2007 dalle 16 alle 24 a Torino in Piazza Vittorio.

In Italia anche a Bari, Frascati e Napoli la scienza fa festa.
Per saperne di più sugli eventi italiani cliccate sui seguenti link:

Dunque aprite la mente, venite alla festa e lasciate che i vostri bambini vengano alla luce della conoscenza.

Read Full Post »

Dal 7 al 9 settembre Saint Barthélemy, piccolo centro a 1600 metri sulle montagne della Valle d’Aosta, sarà la capitale degli appassionati di astronomia: tre giorni di osservazioni, incontri, conferenze ed esperienze di fotografia celeste. E’ la sedicesima edizione dello Star Party più antico d’Italia, tradizionale momento d’incontro per gli astrofili e occasione per il grande pubblico di avvicinarsi allo studio, o anche solo alla comtemplazione, di stelle, nebulose, galassie. Di solito accadeva intorno alla data dell’equinozio d’autunno (23 settembre) ma quest’anno si è giocato d’anticipo per evitare la luce della Luna e nella speranza di avere condizioni meteorologiche più stabili.
Allo Star Party di Saint Barthélemy abitualmente partecipano molte aziende che importano o fabbricano telescopi e accessori per l’osservazione astronomica e quasi tutti gli astrofili portano i propri strumenti: un’ottima opportunità per vedere in funzione le ultime novità arrivate sul mercato.
Quanto all’attività di divulgazione scientifica, a vent’anni dalla comparsa della supernova 1987A nella Grande Nube di Magellano, l’edizione 2007 dello Star Party è dedicata alle esplosioni stellari Il programma prevede conferenze, visite guidate all’Osservatorio Astronomico e un concorso di astrofotografia digitale che è la vera novità di quest’anno.
Vittorio Silvestrini, ordinario di Fisica generale all’Università di Napoli “Federico II”, presidente e fondatore della Città della Scienza di Napoli, Premio Descartes 2006 per la comunicazione scientifica, terrà la conferenza principale presso la Sala del Consiglio del Comune di Nus alle ore 21,30 di sabato 8 settembre. Nella stessa giornata è prevista una serie di incontri nella Sala conferenze dell’Ostello della gioventù di Lignan (Saint-Barthélemy). Interverranno Piero Galeotti, ordinario di Fisica Sperimentale all’Università di Torino; Anna Lombardi, ricercatrice presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Milano; Stefano Sandrelli, astrofisico responsabile del Public Outreach & Education office (POE) dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera.
Di notte la piazzetta di Lignan diverrà il luogo in cui gli astrofili potranno montare i loro telescopi e compiere osservazioni del cielo in condizioni di buio totale.
Di giorno all’Osservatorio Astronomico il pubblico potrà partecipare a osservazioni del Sole sia in luce bianca sia nella luce H-alfa, che permette di vedere le protuberanze. Di notte altri telescopi saranno dedicati all’osservazione della volta celeste (visite a pagamento, con turni di 45 minuti).

Per iscriversi allo Star Party è sufficiente presentarsi alla Sala conferenze dell’Ostello di Lignan: l’iscrizione è gratuita. Cielo sereno a tutti!

Tel. 0165-770050
fax 0165-770051
Email: info@oavda.it

Read Full Post »